Nevers, Aprile 2014: il “ponte” con Bernadette

2014-04-25 16.58.48

Dal 24 al 27 Aprile un gruppo di pellegrini liguri ha deciso di passare il ponte facendo visita a Santa Bernadette a Nevers, una piccola città nel cuore della Borgogna. Ad ospitarli è stato il convento di San Gildard, proprio dove aveva vissuto Bernadette quando aveva deciso di diventare suora e dove lei riposa tuttora all’interno della cappella.

>>> Guarda le foto

La meraviglia di questo convento è proprio il poter passare molto tempo a pregare con Santa Bernadette.

All’arrivo già si respira pace e spiritualità e la proiezione di un video documentario sulla vita di Bernadette è la giusta introduzione ai passi della sua vita all’interno del convento. Breve ma molto intensa, caratterizzata da più malattie e da altrettanti soddisfazioni e gioie, è stata la vita di una ragazzina come tante ma che ha avuto la gioia di conoscere, attraverso le apparizioni di Lourdes, la Vergine Immacolata e di amare sempre più intensamente Gesù offrendo tutta la sua esistenza nell’adesione.

All’interno del convento si è potuto visitare ogni luogo che l’ha vista crescere: il salone del noviziato, l’infermeria, il giardino dove si trova la statua della Madonna delle acque, che Bernadette riteneva la più assomigliante all’apparizione.. Per poi passare dalla cappella dove era stata inizialmente sepolta a quella dove riposa tuttora.

Era una ragazza come tante, non faceva miracoli ma sapeva portare gioia alle persone che la circondavano grazie alla preghiera e alla sua forza nell’affrontare le prove della seppure breve vita.

Nevers non è soltanto importante per il convento di San Gildarde, ma è anche una graziosa cittadina alla confluenza della Loira e la Nievre, con un’imponente cattedrale intitolata Santa Giulitta e San Quirico, distrutta da 6 incendi e ricostruita altrettante volte. Una caratteristica molto particolare in questa cattedrale è la presenza di due absidi, una romanica e una in stile gotico, che ricordano la lunga storia di questa città. Altrettanto importanti sono il Palazzo Ducale, che fa parte dei Castelli della Loira, ed il museo delle ceramiche.
Sul viaggio di ritorno e’ stato piacevolissimo passare nella bella cittadina di Paray le Monial dove riposa Santa Margherita Maria Alacoque, che ebbe la visione del Sacro Cuore di Gesù.
E’ stato un Pellegrinaggio che ci ha fatto scoprire ancora una volta l’importanza del servizio e della perseveranza nella preghiera, nella fede e nell’amore gratuito sempre nell’umiltà come Santa Bernadette ha fatto nella sua semplicità.
Lourdes senza Nevers è come leggere un libro a metà.
La meraviglia e la gioia sotto la Grotta di Massabielle hanno senso solo se continuano a vivere nelle difficoltà della vita di tutti i giorni, nelle situazioni dove il Signore ci vuole protagonisti e testimoni del suo Amore.

Antonella, Valentina, Francesca

 

Questa voce è stata pubblicata in home. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.